GRAN CERIMONIA DA ALMA

Appuntamento alle 08:30. Si parte per Alma, una tra le più importanti scuole di cucina al Mondo. L’ invito mi arriva da un caro amico. Coinvolgo anche Francesco (che ci abbandonerà poco prima della partenza per un imprevisto) e Carola. Un’ ora e mezza e siamo a Colorno in provincia di Parma.

IMG_4565

Il palazzo (La Reggia di Colorno) che ospita la scuola è splendido, “trasuda” storia e cultura da ogni suo mattone. Nel grande giardino (che si apre al suo interno) questo fine settimana è ospitato un mercatino di piante, fiori, artigianato e (per mia gran gioia) anche di cibo.

IMG_4605

 

IMG_4594

 

IMG_4607

La cerimonia inizia in orario e si divide in due momenti: il primo, dove parla tutto lo staff dirigenziale della scuola (con un cappello finale del grande Gualtiero Marchesi) e il secondo, dove diverse personalità di spicco raccontano alcune loro esperienze lavorative.

IMG_4561

Alla fine del (lungo) dibattito, siamo invitati prima ad un brindisi, in una delle corti del palazzo, e poi a pranzare tutti insieme in un capannone che ospita una fiera dedicata al tortello della zona, il Tortel dols di Colorno.

IMG_4584

Io e Carola dividiamo il nostro tavolo con altri giornalisti e con le piacevoli persone dell’ ufficio stampa di Alma. Il pranzo è gustoso e veloce (non amo quelli stile matrimonio). Devo essere sincero, però; mi sarei aspettato altro anche se ho molto apprezzato sia quello che ho mangiato che la gentilezza delle persone di “casa“. La gentilezza e l’ ospitalità. Due caratteristiche che fanno parte della cultura emiliana e da cui, anche noi nebbiosi milanesi, dovremmo attingere ogni tanto.

IMG_4595

 

IMG_4596

 

IMG_4598

 PROMOSSO: la cerimonia, la splendida Reggia e il mercatino.

RIMANDATO: il pranzo. Niente da dire sulla qualità di quello che ho mangiato ma dopo aver ascoltato (con gran attenzione) quello che i vari dirigenti e i docenti hanno detto (e sottolineato più volte) nella prima parte della cerimonia, mi aspettavo di vedere tutti i futuri chef e i futuri responsabili di sala al lavoro e non a fumare in cortile tra gli ospiti (divise e sigarette, signori miei, non vanno a braccetto) e, nel menù, qualche piatto cucinato da loro e non dai cuochi (bravissimi) della Fiera del tortello.

BOCCIATO: Le api, troppe. Saranno anche indispensabili per la vita sulla Terra ma, a me, fan paura.

Buon appetito

IL Direttore 

Tags from the story
, , , ,
More from Marco De Padova

ITALIANI, POPOLO DI SPRECONI

Qualche giorno fa, si è svolto a Milano un’ interessante incontro sullo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *