COSCETTE AL SUGO

Una dei miei piatti preferiti sono le coscette di pollo fatte “in tutte le salse“. Una delle poche salse (forse l’ unica) che sto usando in questo periodo di ristrettezze caloriche, è quella di pomodoro.

L’ idea mi è venuta da una ricetta pubblicata da Loretta un’ amica di Riccione e mamma di Viola e Chiara che, tempo fa, ha postato su fb una ricetta ideale per chi è in un momento di dieta. Petti di pollo o di tacchino cotti nel sugo rosso e cipolla. Li ho fatti interi, a straccetti a quadretti e insaccati. Insomma li ho fatti e provati in tutti i modi. Mi mancavano, solo, sotto forma di cosce.

E così ho fatto. La ricetta di base rimane uguale ma aumenta il tempo di cottura e cambia il metodo di cottura della carne che prima era, in parte, ai ferri.

 INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

NR. 6 FUSI DI POLLO

NR. 3 CIPOLLE GROSSE BIANCHE (VANNO BENE ANCHE GIALLE O ROSSE)

NR. 1 BARATTOLI DI POLPA DI POMODORO

NR. 1 BUSTINA DI ZUCCHERO (UN CUCCHIAINO)

SALE, PEPE, AGLIO E OLIO D’OLIVA Q.B.

NR. 1 BICCHIERE DI BRODO VEGETALE

PROCEDIMENTO:

Versa dell’ olio d’oliva in una pentola antiaderente.

IMG_6068

Aggiungi del aglio (facoltativo).

Fai rosolare, a fiamma alta, le coscette di pollo.

Aggiungi le cipolle tagliate grossolanamente e falle cuocere a fiamma bassa

IMG_6070

chiudendo il coperchio.

IMG_6071

Una volta che sono appassite, aggiungi del brodo vegetale.

IMG_6072

Quando il brodo è quasi del tutto evaporato, aggiungi la polpa di pomodoro, lo zucchero, il sale e il pepe.

IMG_6075

IMG_6077

Chiudi con il coperchio e lascia cuocere a fiamma bassa.

IMG_6078

Una volta che il sugo si è ritirato, le coscette sono pronte.

IMG_6079

Servire ancora calde.

Finisco, se no si raffredda, dicendo solo una cosa: queste coscette hanno un triplice vantaggio: sono buonissime, sono ideali per una dieta e costano veramente poco. Da ripetere quanto prima.

Buon appetito

IL Direttore

More from Marco De Padova

ITALIANI, POPOLO DI SPRECONI

Qualche giorno fa, si è svolto a Milano un’ interessante incontro sullo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *