LE SALSICCE DEI DEPECHE

Qualche mese fa mi sono messo il cuore in pace. Troppe richieste e pochi posti a disposizione. Sold out in pochi giorni. Un altro concerto che mi ricorda l’ infanzia perso per la mia solita pigrizia. Poi un messaggio su fb. Un’amica ( Nicoletta Frangi, per gli amici “Ginabagarina“) che cerca biglietti per lei e un amico. Ci provo e salgo sul carro dei mendicanti. E come d’incanto eccomi qui allo Stadio, secondo anello blu, in compagnia di un’ amica, Daniela De Tomi, a ballare “Personal Jesus”, “Enjoy the silence”, la mia preferita ” Can’t Get Enough” e altre canzoni che riconosco a mala pena ma che mi caricano di emozioni oltre che di acido lattico ( sono anziano, oggi sono a pezzi).

Abito vicino allo stadio, siamo in scooter, arriviamo con quasi due ore di anticipo. Giusto il tempo per uno spuntino, penso. Un’ insalatina, un petto di pollo alla griglia, un riso bianco con un filo di olio?

MAAAPERFAVOREEEEEE !!!!!

Due panini con la salsiccia, per favore. Uno con le cipolle e maionese  per la mia giovane amica e uno ” leggero” con salsiccia e peperoni per me” – ” Vuole della salsa?” – ” No grazie, sono a dieta” ….. ( abbassate la voce, si sentono le risate !!!).

Unico appunto, anzi due:  Le luci lasciate stupidamente accese sulle tribune hanno tolto quella già  poca atmosfera che crea lo stadio e l’invasione di persone spovviste di biglietti hanno rovinato la visuale a molte persone. Organizzazione italiana da rivedere.

Grazie a Nicoletta per il suo solito prezioso e amorevole aiuto e a Daniela per la compagnia, le foto e per il panino !!!

Il Direttore

Tags from the story
, ,
More from Marco De Padova

SIAMO TIPI DA SPAZZATURA

Ieri 16 ottobre, come tutti gli anni dal 1979, è stata una...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *